Istituto Istruzione Superiore 'Fermi' Gaeta

Sede legale Piazza Trieste Tel. 0771 461780 - Fax 0771 462104
Sede Via Calegna Tel. e Fax 0771 471560
e-mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
PEC: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

IL Fermi al Teatro “Globe”

IMG 0658Roma, 4 ottobre - I ragazzi e le ragazze del “Fermi” sono al Globe, metafora del “mondo terrestre e di tutto ciò che contiene”, luogo di illusioni, attese, ossessioni, rivelazioni. Il Globe diventa un’isola, dove ci sono vittime e carnefici, padroni e servi, uomini di corte sleali, giovani puri, buffoni e corrotti, streghe e folletti. Il Grande Regista di tutto ciò che accade è Prospero, il Duca-Mago-Padrone dell’isola. La nave con la corte di un Re e di un Duca usurpatore affonda.

 Shakespeare comincia con questa immagine di una società che cola a picco la sua “Tempesta”. Ma la tempesta è un’ illusione creata da Prospero, che sconvolge tutto per poi alla fine rimettere tutto nell’ordine naturale delle cose: a se stesso il Ducato usurpato, a sua figlia un giovane sposo meritevole, al folletto servitore Ariel la libertà. Su di sé anche il peso di quanto successo - la fatica della vita, il logorio dei sentimenti, l’intensa magia del perdono finale. Il protagonista (Ugo Pagliai) resta solo in scena a meditare sulla sua vecchiaia. Ariel (la splendida Melania Giglio) si toglie la maschera (altra metafora potente) e con un lieve bacio verso il suo ex padrone sparisce tra il Pubblico. Restiamo tutti in un’atmosfera incantata, sospesa tra realtà e illusione, abbracciati da questo luogo teatrale così particolare.

Dopo gli applausi liberatori, usciamo per la merenda al sacco, le chiacchiere gioiose,  la passeggiata del Pincio. Bellissimi gli scorci di Roma. I professori danno degli accenni di arte e storia, ma … gli studenti sono catturati dalle bolle di sapone di un artista di strada. La magia del teatro continua … [photogallery]